http://www.piazzaffari.org

Corso di analisi tecnica - 16^ lezione -  

dott. Natale Lanza

 


INTELLIGENZA ARTIFICIALE

INTRODUZIONE

Negli ultimi anni si è andata diffondendo sempre di più la convinzione che la manifestazione di molti fenomeni, compreso quello relativo all’andamento dei mercati finanziari, risulta fortemente condizionata dall’interrelazione di una molteplicità di cause praticamente impossibili da riconoscere e interpretare correttamente.

In parallelo a tale presa di coscienza, e grazie al rapido sviluppo delle potenzialità informatiche, è cresciuto sempre di più il ricorso a metodi di approccio globale al problema da studiare, con rinuncia al desiderio di spiegare e all’abitudine di intervenire pesantemente con l’intuito personale.

In tale direzione si muovono le tecniche di intelligenza artificiale il cui obiettivo, da un lato, è quello di impossessarsi della logica del pensiero umano e, dall’altro, quello di applicarla meccanicamente, senza cadere nella trappola dell’improvvisazione e dell’emotività.

Per quanto “l’intelligenza” dei computer, nonostante la parola adottata, non abbia nulla a che vedere con l’intelligenza umana, non si può non prendere atto che ormai, nel campo delle applicazioni finanziarie, essa costituisce il supporto delle applicazioni più avanzate ed offre un campo di indagine non solo affascinante, ma anche ricco di prospettive.

Rientrano nell’ambito dell’intelligenza artificiale le reti neurali, gli algoritmi genetici, i sistemi fuzzy e i sistemi esperti (°) .



(°) Per i puristi, le reti neurali e gli algoritmi genetici non costituiscono intelligenza artificiale in quanto emulano prevalentemente il funzionamento di sistemi biologici piuttosto che la logica del ragionamento.


Ritorna al sommario

 

 

Copyright ©1998-2006 All Rights Reserved.