http://www.piazzaffari.org

 

Corso sui FUTURES - 3^ lezione -

tenuto dal Paolo Edorado Morchio


      

 

Come si opera sul FIB

Eravamo rimasti ad un primo approccio sul FIB.

Bene,ora analizziamo come concretamente posso operare su questo Future.
Innanzitutto spieghiamo quattro termini che sono alla base dei Futures:

Bullish:come sentiment sono rialzista,ovvero sono propenso all’ idea che i prezzi salgano.

Bearish:come sentiment sono ribassista,ovvero sono propenso all’idea che i prezzi scendano.

Long:ho aperto la mia posizione sul mercato comprando.

Short:ho aperto la mia posizione vendendo

Notiamo subito che negli ultimi due termini c’è qualcosa che non torna.Nulla di nuovo sul termine Long,ovvero apro la mia posizione sul mercato comprando,quindi vuol dire che prevedo un rialzo dei prezzi rispetto ai livelli attuali che mi permetteranno di vendere, e quindi chiudere la mia posizione, a prezzi superiori all’acquisto, garantendomi un guadagno.
Sul termine Short,al contrario,abbiamo un elemoto nuovo che si discosta dal nostro modo
di operare sul mercato azionario.Vale a dire che apro la mia posizione vendendo e non comprando.Vendo un contratto ed apro la mia posizione sul mercato, dovendo chiudere la mia posizione cosa farò?Semplice, comprerò un contratto  e se le mie previsione erano giuste,i prezzi dovrebbero essere più bassi rispetto alla vendita iniziale,garantendomi di conseguenza un profitto.Analizziamo graficamente questi due modi di operare sul FIB.


Long


 

Il FIB è a quota 44.000 punti e prevedo un rialzo imminente del valore.Per aprire la mia posizione compro un contratto a 44.000 punti.Il FIB inizia ad aumentare il valore avallando la mia previsione che mi vedeva Bullish.Il FIB passa varie quote fino ad arrivare a 49.000 punti,dove inizia a mostare segni di debolezza,in quanto la pressione dei venditori inizia ad essere maggiore rispetto a quella dei compratori e decido di chiudere la mia posizione.Dato che avevo aperto la stessa comprando,per chiuderla dovrò vendere il contratto,assicurandomi un gain di 5.000 punti (49.000-44.000=5.000).Secondo quanto detto prima, essendo ogni punto di FIB pari a 5 euro ho guadagnato 25.000 euro (5*5.000=25.000),ai quali devo naturalmente sottrarre le commissioni del mio Broker.


Short

 



Il FIB a quota 45.000 inizia a mostarre segni di flessione e la pressione dei venditori inizia ad essere maggiore di quella dei compratori.Prevedendo quindi una immente perdita di valore del FIB apro la mia posizione vendendo un contratto.(Da garante chiaramente mi fa il mio broker tramite la Clearing House,al quale avevo precedentemente versato la soamma richiesta come margine cauzionele).Le mie previsioni iniziano ad avverarsi ed il FIB perde quota iniziando a scendere.A quota 39.000 i compratori iniziano ad essere presenti sul mercato in numero maggiore dei venditori,facendo inevitabilemnte risalire il valore del FIB.Volendo quindi chiudere la mia posizione compro un contratto a 39.000 punti , che mi permette di annullare l’apertura della stessa avvenuta con una vendita.Così facendo mi sono assicurato un gain di 6.000 punti (45.000-39.000=6.000),trasformato in euro sono 30.000 euro (5*6.000=30.000),ai quali dovrò come sempre sottrarre le commissioni.


Concludendo la formula è semplice e si può riassumere così:

SE PREVEDO CHE I PREZZI SALIRANNO :COMPRO 
SE PREVEDO CHE I PREZZI SCENDERANNO: VENDO

DISCLAIMER

Il presente manuale ed ogni sua parte non costituisce un servizio di consulenza finanziaria nè sollecitazione al pubblico risparmio.Il mercato dei Futures è considerato ad alto rischio perchè può generare perdite anche superiori al capitale investito, per cui chi investe traendo spunto da quanto scritto lo fa a suo rischio e pericolo,assumendosene ogni responsabilità.

Vai al sommario

 

 

Copyright ©1998-2006 All Rights Reserved.