Click to Visit

 

Piazzaffari.org - L'angolo del trader
http://www.piazzaffari.org/trader/trader.htm
E- mail:
webmaster@piazzaffari.org

 


OPERARE IN BORSA DALLA A ALLA Z: METODO VELOCE PER I NEOFITI


Rino de Pasquale

redazione@piazzaffari.org

 

Articolo N. 7

OPERATIVITA’ SUI MERCATI

 

Sfruttare l'opera dei market maker

Esiste un modo di operare in scalping, in presenza di contratti dei market maker, che generalmente usa chi ha un po più esperienza nel campo: osservare i loro movi-menti, assecondandoli; se il supporto si trova all'interno dello spread dei Market Maker, posizionarsi in acquisto nel prezzo appena sopra il supporto; se il supporto sta alla prima proposta di acquisto, acquistare senza esitazioni al prezzo della prima proposta di vendita per essere sicuri di concludere.

Spesso vediamo apparire e scomparire grossi quantitativi di richieste in lettera o in denaro. Cosa sta succedendo? Sono i market maker che pilotano l'andamento del titolo. Per esempio: aggiungono grosse proposte in lettera ai vari livelli, per far scendere il prezzo del titolo; quando il titolo avrà un prezzo più basso, loro lo acquisteranno, arricchendo le proposte in denaro e revocando le proposte in lettera. In questo modo spingeranno il titolo ad aumentare di valore in modo da poterlo poi rivendere ad un prezzo più alto di quanto lo hanno pagato.

In questi momenti noi possiamo approfittare di tali ma-novre per guadagnare insieme ai market maker. Come? Se notiamo che fra i 5 livelli del book stanno dimi-nuendo sensibilmente le proposte in lettera, deduciamo che il market maker sta effettuando la sua operazione di speculazione, revocando le proposte di vendita. Allora acquisteremo sul primo livello in lettera, prefiggendoci l'obiettivo di rivendere appena avremo guadagnato due tick, o comunque prima della prossima resistenza (rap-presentata, come già sappiamo, da grosse proposte in lettera).

 Ricordiamo quindi che quando  si ha necessità di acquistare o vendere  subito, proporsi appena sopra alla prima offerta di acquisto, oppure appena sotto la prima offerta di vendita ( metodo da non usare per i covered warrant). Quando oggetto del nostro scalping sono i covered warrant, ricordarsi che sono strumenti di alta volatilità, e di conseguenza molto rischiosi; il lato posi-tivo , come saprete, è che si possono raggiungere grossi guadagni con in-vestimenti minimi di capitale. Nella scelta dei covered warrant, preferire quelli che hanno uno spread favorevole: se tale spread viene colmato da sette o otto tick, l'operazione non è conveniente; ri-schi- eremmo infatti, una volta entrati in acquisto, di aspettare ore per vedere il piccolo guadagno da noi prospettato realizzarsi, e comunque ci sarebbe difficile uscire vincitori dalla nostra posizione.

Lo spread ideale è dai  due ai quattro tick: tale si-tuazione ci offrirà sicuramente l'opportunità di entrare ed uscire dal mercato più volte, ogni volta con in piccolo guadagno

 

Congestione e breakout

Ricordiamo, prima di entrare in posizione di acquisto, che lo scalping va applicato o durante le fasi di congestione (sideway) con un range abbastanza ampio, o subito dopo le fasi di congestione con un basso range; come detto in precedenza, più è lunga tale fase, più il breakout del titolo sarà esplosivo, dandoci guadagni maggiori. Quindi conviene sem-pre scegliere fasi laterali piuttosto lunghe all' interno della giornata. Non dimentichiamo però che può verificarsi un falso breakout: il prezzo rompe la resistenza, ma subito dopo si avvia al ri-basso. In questo caso, ci conviene uscire subito dalla nostra posizione, anche alla pari o addirittura in leggera perdita.

Possono capitare momenti, nell'osservazione del book, in cui vediamo un grosso afflusso di denaro assorbire velocemente le proposte in lettera, ed al-tre proposte di acquisto che vanno ad arricchire le proposte di denaro  in attesa; quando si verificano momenti del genere, normalmente gli ordini di vendita vengono cancellati progressivamente e velocemente. Questo accade perché il trend di brevissimo risulta decisamente positivo, così i venditori si cancellano dal book  per poter vendere il titolo più tardi a prezzi maggiori. In questi casi è consi-gliabile affrettarsi ad acquistare il titolo, poiché la pressione in acquisto è troppo forte per essere fermata; si deciderà di chiudere la posizione, invece, appena gli ordini di vendita si ingrosseranno rapidamente .

La principale differenza fra lo scalping e il trading intraday non risiede tanto nella scelta del momento in cui entrare, quanto nell'uscire, dato che lo scalping è alla ricerca di un profitto facile e veloce. Per lo scalper non ha importanza se un titolo sale o scende, basta che ci sia un range abbastanza ampio su cui  poter speculare.

 

Liquidi in chiusura

Lo scalper alla fine della giornata di Borsa non possiede titoli in portafoglio, ma tiene pronta la sua liquidità per poter intervenire sul mercato il giorno dopo. Prima di aprire la posizione,considerare sempre,nella determinazione del guadagno che vogliamo raggiungere, i costi di commissioni e capital gain, che sulle operazioni di scalping hanno rilevante importanza.

Note  sull'uso dello stop loss

Quando si parla di uno o due tick, il titolo va seguito senza interruzione fino alla chiusura della posizione. Se impostiamo una vendita su stop loss, e dopo pochi secondi abbiamo intenzione di revocarla perché  controllando il titolo notiamo che una piccola correzione ci farebbe vendere inopportunamente,  tale revoca potrebbe costarci secondi preziosi che manderebbero in fumo il nostro piano strategico: in questi casi lo stop loss non va impostato nel software,ma va impresso nella nostra mente: per fare questo, però, dovremo aver ben acquisito il concetto disciplina nel trading menzionato precedentemente.

 

Scalping sui covered warrant

Quanto detto fin ad ora per l'operatività in scalping è validissimo anche e soprattutto per i covered warrant. Raccomandando ai neofiti di non iniziare la loro pratica di scalping con tali strumenti estremamente rischiosi, e rivolgendomi soprattutto ai trader che sono ormai abbastanza pratici, voglio ricordare che prima di operare con i covered bisogna essere molto selettivi nella scelta degli stessi.

Fattore fondamentale per tale valutazione sono i volumi: ci interesseranno covered warrant con forti volumi di scambio, affinchè non abbiamo difficoltà, una volta raggiunto il nostro guadagno obiettivo, a liquidare la nostra posizione.

Se penseremo che il titolo sottostante possa avere un movimento di dimensioni relativamente contenute, preferiremo covered in the money; se invece saremo convinti dell'avverarsi di un cospicuo movimento delle quotazioni, sceglieremo i covered out of the money ( i covered warrant out of the money hanno un valore co-stituito solo dal time value, cioè la componente tempo mancante alla scadenza; i covered in the money, invece, nel loro valore hanno anche la componente proventi derivanti dall' esercizio del diritto, cioè il valore intrinseco). Ricordiamo che all'avvicinarsi della scadenza un Warrant sarà più reattivo alle variazioni del sottostante, beneficiando di un effetto leva più elevato ma conseguentemente necessita un'analisi delicata sul timing di negoziazione (poiché la sua perdita di valore temporale sarà più elevata). Operando in scalping con i covered warrant non ci interesseremo assolutamente al grafico del sottostante, né tantomeno al grafico del warrant stesso: il nostro monitoraggio sarà costante solo sul book e sui grafici lineari dell'indice di riferimento e del future sull' indice. Specialmente nello scalping sui covered warrant aventi il Mib30 come sottostante, è sorprendente notare come il grafico del Fib30 anticipi ogni movimento dell'indice e del warrant stesso. Nello scalping con i covered riusciamo a concludere sicuramente molte operazioni nell'arco di una giornata, grazie alla grande instabilità dei prezzi; perché la grande maggioranza di esse sia chiusa con esito positivo, è indispensabile in questo caso più che negli altri:

a) rispettare fermamente i limiti imposti dal  nostro metodo;

b)non chiudere mai la giornata di Borsa con i covered warrant restanti in portafoglio. Essi sono suscettibili di grosse escursioni all'apertura dei mercati nel giorno seguente, che sicuramente, in caso di perdita, sarà impossibile recuperare.

Indice


Questo scritto è redatto al solo scopo didattico- informativo e non costituisce un servizio di consulenza finanziaria né sollecitazione al pubblico risparmio. Chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate lo fa a proprio rischio.

Copyright ©1998-2006 All Rights Reserved.